Dance Gold System

Dance Gold System

www.dancegoldsystem.org

DANCE GOLD SYSTEM (Copyright) – Davide Gabusi – Leonardo Orazi – 08 Gennaio 2012

Introduzione

Il sistema GOLD è un nuovo metodo di giudizio e di conduzione di gare di Danza Sportiva, applicabile di principio a tutti gli sport con una forte componente artistica e nei quali sia richiesta una valutazione qualitativa da parte dei giudici. Il sistema GOLD è particolarmente indicato  per la valutazione delle danze di coppia e prevede una completa ridefinizione della competizione di danza sportiva allo scopo di enfatizzare l’aspetto “sportivo”.

Attualmente la valutazione delle competizioni danza sportiva è basata sul metodo “skating “il quale prevede, da parte dei giudici, la valutazione della graduatoria della fase finale dopo una selezione delle coppie nei turni eliminatori. Il metodo, nonostante gli indubbi meriti che lo contraddistinguono, presenta alcune note limitazioni tra cui la soggettività dei criteri per selezionare le coppie nelle fasi eliminatorie e nella finale. L’utilizzo del verbo “selezionare”non è casuale, a tutti gli effetti nelle fasi iniziali il giudice non esprime valutazioni di merito ma semplicemente “indica”le coppie per il turno successivo. L’applicazione di questo metodo ad una attività così complessa, di elevato valore tecnico e con un forte impatto emozionale come la moderna Danza Sportiva comporta una completa perdita di significato del giudizio. Cosa ha valutato il giudice che ha selezionato una coppia per il turno successivo? Per quale motivo un altro giudice non ha selezionato la medesima coppia? Queste domande rimangono il più delle volte senza risposta generando incomprensioni e insoddisfazioni tra gli atleti e, a ben vedere, frustrazione per gli stessi giudici i quali, il più delle volte, non possono esprimere appieno le loro competenze.

Il metodo GOLD prende le mosse dall’analisi di ciò che accade in altre discipline sportive tra cui il tennis, lo sci alpino ed il pattinaggio. Prevede un metodo totalmente nuovo per giudicare le competizioni ed una nuova modalità di conduzione delle competizioni di Danza Sportiva.

Criteri di base

I presupposti alla base del sistema GOLD sono i seguenti:

  • Proporre criteri  di giudizio il più possibile oggettivi.
  • Essere facilmente comprensibile dal pubblico e dagli atleti.
  • Evidenziare le competenze tecnico sportive dei giudici.
  • Rendere le competizioni piùaccattivanti per il pubblico.
  • Fornire una valutazione omnicomprensiva della coppia in gara.

Il metodo

Il metodo prevede, da parte dei giudici, una valutazione numerica di differenti parametri legati alla prestazione degli atleti in gara ma, a differenza di ciò che avviene in sede internazionale WDSF:

  • Gli atleti ballano in batterie come nel sistema attuale.
  • Ad ogni giudice viene conferito l’incarico di valutare, in ogni fase di gara, un SOLO parametro.
  • Ad ogni giudice viene richiesto di valutare un particolare SOGGETTO della competizione: cavaliere, dama o coppia nel suo complesso.
  • Ogni parametro viene valutato con un diverso coefficiente moltiplicatore visualizzato in (Tabella 1).
  • La valutazione viene espressa in decimi con la possibilitàdei valori intermedi come attualmente proposto dalla World Dance Sport Federation per le competizioni di tipo Grand Slam (Tabella 2).
  • La valutazione piùalta e piùbassa viene eliminata dal computo del punteggio utilizzando come coefficiente moltiplicatore la media dei coefficienti.
  • I valori del giudizio sono assoluti ( Tabella 3 ). In questo modo le coppie possono valutare la progressione della loro preparazione. E’inoltre possibile valutare, nella medesima competizione, coppie di classe e categorie differenti.
Tabella 1. parametri, soggetti e coefficienti
Giudice
Soggetto
Parametro
Coefficiente
A
UOMO
PB/M
Postura, Bilanciamento e Coordinazione
1,000
B
QM/M
Qualitàdel movimento
1,200
C
MM/M
Movimento a Musica
1,300
D
CP/M
Coreografia e Presentazione
0,800
E
EP/M
Energia, Prestazione
0,700
F
DAMA
PB/F
Postura, Bilanciamento e Coordinazione
1,000
G
QM/F
Qualitàdel movimento
1,200
H
MM/F
Movimento a Musica
1,300
J
CP/F
Coreografia e Presentazione
0,800
K
EP/F
Energia, Prestazione
0,700
L
COPPIA
PS/C
QualitàTecniche di coppia
  1,300
M
TS/C
Tempisticae Sincronizzazione
1,000
N
AE/C
Affiatamento, Estetica e Ruoli
0,700
 
 
 
Totale
13,00
Tabella 2. Punteggi numerici
10
9,5
9
8,5
8
7,5
7
6,5
6
5,5
5
4,5
4
3,5
3
2,5
2
1,5
1
 
Tabella 3. Oggettivazione del giudizio
Da…
Equivalenza
a…
9.5
Eccezionale
10
8.5
Ottimo
9
7.5
Distinto
8
6.5
Buono
7
5.5
Soddisfacente
6
4.5
Discreto
5
3.5
Sufficiente
4
2.5
Debole
3
1.5
Scarso
2
0.5
Insufficiente
1
 

Svolgimento della gara DANCE GOLD SYSTEM

  1. I 13 giudici vengono a conoscenza del parametro al momento dell’inizio della competizione. Al ricevimento del cedolino cartaceo o di un dispositivo elettronico portatile.
  2. Il parametro da giudicare prevede un coefficiente moltiplicatore.
  3. La gara si sviluppa in due manches. Nella prima tutte le coppie ballano in batterie composte in modo causale ( come avviene attualmente ).
  4. Il GOLD System stilerà la classifica provvisoria in base alle 11 valutazioni utili per ogni coppia in ballo.
  5. Nella seconda manche TUTTE le coppie ballano in modalitàfinale a partire dalle ultime classificate fino ad arrivare all’ultima finale nella quale ballano le coppie meglio valutate nella prima manche.
  6. Nella seconda manche i 13 giudici valuteranno un differente parametro rispetto alla prima (Tabella 4 )
  7. Il risultato finale verràstilato dalla somma dei punteggio delle due manches.
  8. Verranno premiate le prime 3 coppie classificate.

 

L’assegnazione dei parametri di giudizio nelle due manche prevede che:

  • Ogni giudice si trova a giudicare 2differenti soggetti dei 3 presenti  ( cavaliere/dama/coppia ). Ad esempio il giudice A si trova a giudicare il cavaliere nella prima manche e la dama nella seconda.  Il B la dama nella prima e la coppia nella seconda e cosìvia.
  • Ogni giudice si trova a valutare 2 parametri la cui somma dei coefficienti èuna costante, in questo modo tutti i giudici hanno lo stesso peso in termini numerici.
Tabella 4. Parametri nelle due manches
 
Prima manche
 Seconda manche
 
A
EP/M
Energia, Prestazione
0,7
MM/F
Movimento a Musica
1,3
2
B
EP/F
Energia, Prestazione
0,7
QT/C
QualitàTecniche di coppia
1,3
2
C
AE/C
Affiatamento, Estetica e Ruoli
0,7
MM/M
Movimento a Musica
1,3
2
D
TS/C
Tempisticae Sincronizzazione
1,0
PB/M
Postura, Bilanciamento e Coordinazione
1,0
2
E
CP/M
Coreografia e Presentazione
0,8
QM/F
Qualitàdel movimento
1,2
2
F
CP/F
Coreografia e Presentazione
0,8
QM/M
Qualitàdel movimento
1,2
2
G
PB/M
Postura, Bilanciamento e Coordinazione
1,0
PB/F
Postura, Bilanciamento e Coordinazione
1,0
2
H
PB/F
Postura, Bilanciamento e Coordinazione
1,0
TS/C
Tempisticae Sincronizzazione
1,0
2
I
QM/F
Qualitàdel movimento
1,2
CP/M
Coreografia e Presentazione
0,8
2
J
QM/M
Qualitàdel movimento
1,2
CP/F
Coreografia e Presentazione
0,8
2
K
MM/M
Movimento a Musica
1,3
AE/C
Affiatamento, Estetica e Ruoli
0,7
2
L
MM/F
Movimento a Musica
1,3
EP/M
Energia, Prestazione
0,7
2
M
QT/C
QualitàTecniche di coppia
1,3
EP/F
Energia, Prestazione
0,7
2
 
 
Totale
13
 
Totale
13
26
 

I tempi di gara previsti dal sistema GOLD non si discostano molto dal metodo attuale nonostante la valutazione molto più accurata che deve produrre il giudice. Partendo dal presupposto di fornire ad ogni giudice 12 secondi per ogni soggetto in pista, una durata dei singoli balli pari a un minuto e quaranta porterebbe a batterie di 8 coppie in pista. in realtà la soluzione più interessante sarebbe batterie da 12 coppie con durata dei brani pari a due minuti e trenta. L’allungamento della durata del brano avrebbe diversi effetti interessanti: una maggiore attenzione agli aspetti tecnici della prestazione rispetto a quelli ginnici; una esaltazione delle differenze tra gli atleti pista; un generale rallentamento delle coreografie le quali risulterebbero piùsemplici da giudicare. In ogni caso la durata prevista dal sistema GOLD rispetto all’attuale è circa il 20% maggiore ma questo dato verrebbe poi ridotto poiché il metodo di giudizio èassoluto ed è sempre possibile saturare le batterie facendo danzare assieme classi e categorie poco numerose. Ulteriori vantaggi si avrebbero nelle discipline quali i 10 balli dove il cambio abito rende difficoltoso l’esecuzione di diversi turni successivi.

Considerazioni

Il metodo GOLD presenta diversi vantaggi per tutti gli attori della Danza Sportiva:

L’atleta si sente valutato in modo approfondito e non selezionato con una crocetta. Viene espresso un giudizio analitico sulla sua prestazione, giudizio che lo accompagna e lo guida nella prosecuzione della sua attività. Tutti gli atleti danzano due volte in modo da non scoraggiare le trasferte di coppie che, con l’attuale sistema, escono al primo turno. Durante la seconda manche anche gli atleti che hanno ottenuto i punteggi piùbassi nella prima si ritrovano in testa alla classifica fino a quando non vengono superati dalla somma dei punteggi delle coppie piùbrave.

Il giudice può finalmente esprimere appieno le sue capacità tecniche andando ad analizzare e una volta tanto valutare aspetti specifici della prestazione sportiva. Il focalizzarsi su un singolo parametro e, soprattutto, su un singolo soggetto in pista, elimina le ambiguitàdi selezione/valutazione tipiche del sistema skating. Il problema dell’imparzialità del giudizio non viene affrontata in modo persecutorio nei confronti del giudice ne tanto meno con sistemi basati sulla casualità bensì attraverso il controllo “sociale”sull’operato del giudice, operato che diventa trasparente di fronte a tutti.

Il pubblico assiste ad una competizione con uno svolgimento facilmente comprensibile e, soprattutto accattivante, l’utilizzo di sistemi di proiezione dei giudizi e delle classifiche in tempo reale renderebbe la competizione fruibile anche dai non addetti ai lavori e con un appeal televisivo decisamente maggiore rispetto al sistema attuale.

Il ruolo del tecnico/allenatore non èstato finora discusso ma anche questa figura troverebbe una sua collocazione nello svolgimento della competizione. Come avviene in altre discipline ai tecnici/allenatori/trainer verrebbe assegnato un ruolo ufficiale nella competizione con la possibilità di stabilirsi a bordo pista, dando indicazioni tecniche o semplicemente rappresentando, in modo trasparente, gli atleti e le società in gara.

 
Copyright “Dance Gold System”Il Dance Gold System èun metodo di giudizio e valutazione per discipline nelle quali l’attivitàperformativa sia accompagnata ad un ritmo musicale o, comunque, vi sia una componente estetica e di stile da porre in evidenza. Il Dance Gold System èl’unico sistema che preveda la valutazione di un diverso parametro e /o oggetto di giudizio da parte del singolo componente della giuria. Qualsiasi metodo di giudizio che preveda che ogni singolo componente della giuria valuti parametri e/o soggetti diversi durante l’esecuzione èda considerarsi “Dance Gold System”.
 

I PARAMETRI DEL GIUDIZIO

I diversi parametri del giudizio nel sistema DANCE GOLD SYSTEM sono 8. Al singolo elemento della coppia sono legati 5 parametri mentre gli altri 3 sono relativi alla coppia nel suo complesso:

  • QM –Qualitàdel movimento
  • MM –Movimento a musica
  • CP –Coreografia e Presentazione
  • PB –Postura, Bilanciamento e Coordinazione
  • EP –Energia e Prestazione
  • QT –QualitàTecniche di coppia
  • TS –Tempisticae Sincronizzazione
  • AE –Affiatamento, Estetica e Ruoli

QM – Qualità del Movimento (Quality of Movement)

Qualità delle azioni generalmente eseguite. Azioni di spostamento, rotazione, torsione, estensione, flessione, adduzione e abduzione. Lavoro dei piedi e loro utilizzo. Fluidità e flessibilità del movimento.

MM – Movimenti a Musica (Movement to Music)

Definito il ritmo come un’espressione della scansione del tempo che rappresenta le innumerevoli possibilità di combinazione dei valori musicali nei loro molteplici e mutevoli aspetti, questo parametro valuta la capacità del danzatore di eseguire le azioni corporee ponendo in evidenza ed interpretando i diversi ritmi che caratterizzano le singole danze eseguite, in particolare viene valutata la capacitàdi utilizzare i diversi suoni, timbri, pause, accenti e cambi per  indurre emozione ed interesse in chi osserva l’esecuzione.

CP – Coreografia e Presentazione (Choreography and Presentation)

Coreografia: il parametro valuta l’insieme delle amalgamazioni tecniche basate su spazio e musica. Viene valutato il livello di difficoltà presentato, l’utilizzo della pista e l’interazione con gli altri danzatori eventualmente presenti.

Presentazione: capacitàdi espressione e interpretazione; capacità di esprimere la personalità, catturare favorevolmente l’attenzione e presentare una abilità psicofisica adeguata al contesto.

PB –Postura, Bilanciamento e Coordinazione(posture, balance, coordination)

Postura: disposizione del corpo prima, durante e dopo l’esecuzione dei diversi movimenti. Capacità di realizzare linee del corpo corrette tali da consentire un movimento danzato ben bilanciato ed esteticamente gradevole. Èla disposizione o posizione del corpo in relazione al proprio partner. Valutazione complessiva di portamento, prese e posizioni nell’esecuzione dei diversi movimenti.

Bilanciamento e coordinazione: una combinazione ben sincronizzata di forze ed azioni create dagli arti e dall’uso del baricentro che permettono di raggiungere il corretto movimento e la caratterizzazione della danza eseguita.

EP –Energia e Prestazione(Energy, Performance)

Energia: Valuta la quantità, l’ampiezza, la velocità e il cambio di velocità dei movimenti eseguiti. Considera la capacità di produrre più movimenti nello stesso intervallo di tempo, ovvero di maggiore ampiezza, eseguiti a  maggiore velocità, oppure di produrre accelerazioni rapidissime seguite da decelerazioni altrettanto rapide fino a raggiungere in un istante il fermo immagine, per poi ripartire.

Prestazione: capacitàdi mantenere per tutta la durata dell’esecuzione la massima e corretta forma di energia, il massimo rendimento.

QT–QualitàTecniche di coppia (Partner Skills)

Valuta l’efficacia e la competenza nel produrre i movimenti e le azioni che richiedono l’uso dell’altro; la connessione fisica tra i due partner e la capacitàdi comunicare senza connessione.

ST –Sincronizzazione e Tempistica (Timing &Synchronization)

Sincronizzazione: capacitàdi ottenere una coincidenza o di un accordo temporale di fasi. Valuta l’accoppiamento motorio di movimenti tecnici tra i due partner e con la musica.

Tempistica: rappresenta l’utilizzo corretto del tempo e soprattutto del ritmo musicale, come definito dalla tecnica, nell’esecuzione dei movimenti. Valuta la capacitàdi scegliere il momento opportuno per agire, intuendo e percependo le variazioni ritmiche che enfatizzano il senso del tempo.

RE –Affiatamento, Estetica, Ruoli (Relativity, Esthetics, Partnering)

Affiatamento: Valuta la capacitàdella coppia di apparire come un tutt’uno, la complicità, la capacità di gestire la coreografia, l’intenzione unitaria nel trasmettere  sensazioni verso l’esterno e la gestione di situazioni non previste.

Estetica: valuta la composizione estetica della coppia in tutti i suoi aspetti.

Ruoli: capacità dei danzatori di interpretare i ruoli come previsti dalle danze di coppia.

OGGETTIVAZIONE DEL GIUDIZIO

Per oggettivazione del giudizio il sistema GOLD intende la valutazione numerica dei vari parametri-criteri di una unità competitiva, valutazione che avviene durante la prestazione agonistica.
Questa valutazione, esprimente il giudizio dell’ufficiale di gara, è sempre personale ed assoluta ovvero capace di abbracciare, su ogni parametro, le prestazioni ad ogni livello dell’attività sportiva, dal principiante al debutto all’eccellenza mondiale.

Il significato dei valori numerici è il seguente:

  • ECCEZIONALE                 – da 9,5 a 10

Si riconoscono nella valutazione del parametro una profonda conoscenza, padronanza eccellente e una capacità di rielaborazione critica accoppiata ad un’eccezionale espressività capace di emozionare ed entusiasmare al di là di ogni valutazione tecnica. (il 10 si dà in casi di rara eccellenza)

  • OTTIMO                            – da 8,5 a 9,0

Si riconoscono nella valutazione del parametro una profonda conoscenza e padronanza dello stesso ed una eccellente capacità espressiva tali da non poter addebitare al soggetto nessuna critica evidente.

  • DISTINTO                          – da 7,5 a 8,0

Si riconoscono nella valutazione del parametro un’ampia padronanza ed una capacità espressiva molto buona, tali da poter facilmente distinguere il soggetto rispetto al livello medio.

  • BUONO                             – da 6,5 a 7,0

Si riconoscono nella valutazione del parametro buone conoscenze ed una capacità espressiva apprezzabile proposta con continuità dal soggetto durante l’esecuzione.

  • SODDISFACENTE           – da 5,5 a 6,0

Il soggetto in valutazione è in grado di esprimere un buon livello del parametro considerato ma solo in modo discontinuo durante la prestazione.

  • DISCRETO                         – da 4,5 a 5,5

Si riconoscono nella valutazione del parametro conoscenze discrete ed una capacità espressiva ordinaria, tipiche di un soggetto di livello medio.

  • SUFFICIENTE                   – da 3,5 a 4,5

Si riconoscono nella valutazione del parametro solo le conoscenze di base espresse dal soggetto in modo poco incisivo, tipiche di un livello superficiale.

  • DEBOLE                             – da 2,5 a 3,0

Si evidenziano nella valutazione del parametro un’insicurezza nelle conoscenze ed una modalità di espressione da parte del soggetto poco significativa.

  • SCARSO                             – da 1,5 a 2,0

Si evidenziano nella valutazione del parametro carenze nelle capacità di base del soggetto ed un livello espressivo inadeguato.

  • INSUFFICIENTE              – da 0,5 a 1,0

Si evidenziano nella valutazione del parametro l’assenza delle conoscenze di base del soggetto ed un livello espressivo insufficiente.

 

Dance Gold System

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *